Mission   Titoli USA   Trasformazione    Apostille   Validità   Etica   Sicurezza
Leggi & Sentenze   L'Antitrust   Mario monti   L'Autore   Accrediti   Merito 
Disclaimer   L'Esperienza   Considerazioni   NEWS   l'onore  Informazioni
   

Utile a sapersi

Notizie importanti sui titoli USA

Una Sentenza che smonta le regole delle corporazioni

L'Università costruita attorno all'Uomo

La Conoscenza contro il Potere

Per sincerità e verità ti comunico la verità sui titoli USA

Titoli USA - Bachelor - master Degree - Doctorate

Determinazione - consapevolezza 

 Pregherei di leggere la lunga premessa  necessaria per mettere a fuoco il problema. Non mi stanco mai di ribadire certi concetti che il Potere cerca di proporre ma che, non hanno nessun effetto nella pratica delle cose. Nella Cultura intesa come diritto di tutti, non si possono applicare leggi atte a "bloccare" l'evoluzione dell'essere umano in quanto tale. Voglio dire che: "lo Stato può intervenire sulle cose fisiche anche su noi stessi ma... non può controllare le nostre conoscenze e non ci può impedire di istruirci, nella maniera che riteniamo più opportuna".

  

 

  APOSTILLE DOCUMENTO

 





























































Considerazioni logiche sul valore legale dei titoli italiani.

Il valore Legale del titolo di studio, spesso è come una maschera di cenere; basta soffiarci sopra e sparisce ogni traccia di competenza; rimane la "formalità" che ... non è "sostanza!". Il valore Legale è un danno perché spesso crea una protezione all'incompetenza. Lo Stato garantisce qualcosa che non può durare nel tempo. Il tempo dello studio - il tempo dell'agire (con competenza) nel mondo del lavoro. Conosco tantissime persone non  laureate le quali svolgono mansioni dirigenziali e di coordinamento di team di laureati - conosco laureati con incarichi minori come precari e con stipendi da 600Euro al mese. Nel mondo del lavoro, deve prevalere il "merito" che non può essere scritto su un pezzo di carta, garantito in nome della Legge! Un sano confronto e il titolo di Dottore o Ingegnere dovrebbe competere a chi veramente può dimostrare di meritarlo. Naturalmente le università è giusto che facciano il proprio lavoro di insegnamento e penso siano una grande cosa. La "persona" deve avere la possibilità di esprimere il proprio talento e la propria conoscenza  che  si può acquisire anche per proprio conto.  In ultimo:  "pensiamo a coloro che hanno studiato da autodidatta, sui libri per tanti anni; appassionati della conoscenza ma ... impossibilitati il più delle volte per povertà". Testardi che non si sono arresi alla difficoltà e hanno deciso di percorrere la strada più difficile  diretta all'obiettivo.  E' chiaro che, il diniego di certe "caste" è strumentale, perché vorrebbero il "monopolio" dell'insegnamento.

Mi domando quale è l'effetto (sulla persona) di una Laurea conferita in nome di una Legge a garanzia spesso dell'ignoranza dell'insignito. Forse che, una Laurea "Legale" imprime nel cervello della persona una modificazione fisica, impossibile da ottenere con metodi alternativi? Una Laurea è uno dato di fatto che non può essere ottenuto attraverso una Legge. La verità è che: "o si è capaci o si è ignoranti".

Il risultato del valore Legale di un titolo di studio è il seguente: "un Medico di un  paese extra comunitario,  non  può operare sul nostro territorio; eppure ha le stesse competenze di un laureato italiano. E' una chiara ingiustizia a protezione delle "corporazioni" italiane che vorrebbero il monopolio sulle professioni. In  un mondo sempre più piccolo e votato alla globalizzazione il concetto di "corporazione   - casta o Lobby di potere" è semplicemente ridicolo. In ultimo: ci sono paesi più evoluti del nostro (es. gli USA) dove è possibile ottenere una Laurea attraverso la "valutazione" dell'esperienza o "merito". Ho conosciuto di persona validissimo professionisti, con laurea meritocratiche, che operano in posti di responsabilità, capaci di cose strabilianti.

Non  è giusto che persone veramente capaci siano sottovalutate, solo perché non  hanno una Laurea rilasciata in nome della Legge o del Popolo italiano. Il tutto è pazzesco; i fatti lo dimostrano, ogni volta che si aspira ad un lavoro in ambito privato. Chi assume ha tutti l'interesse ad assumere chi veramente può dimostrare di essere competente; in questi casi la Laurea è l'ultima cosa che può fare la differenza. Una Laurea italiana ha solo valenza in un concorso pubblico, dove quello ciò che conta è, essere in regola con i timbri! Una Laurea italiana è niente: un laureato in Giurisprudenza deve sostenere l'esame di Stato, così dicasi per un Medico o un'Ingegnere; questo vuol dire che il titolo è niente, semplicemente un punto di partenza "indicativo".  Infine: nessuno  Stato - nessuna Legge può impedirmi di ottenere il "Sapere" nei termini a me consentiti dalla mancanza di risorse economiche atte a frequentare le università.

Pertanto, non vedo come possa uno Stato con le sue leggi più o meno valide o create in buona fede ...  annullare ciò che possiedo nella mia mente, studiato in anni e con grande sacrificio. Il "sapere" è un dato di fatto incontrovertibile e impossibile da cancellare. Quindi, nessuna arroganza di Potere potrà mai impedirmi di pensare e ... conoscere. Cosa mi può fare lo Stato? Processarmi e mettermi in galera; il motivo sarebbe:

"perché mi sono permesso di conoscere - perché magari sono capace di cavare un dente o diagnosticare una malattia. Oppure capace di progettare e calcolare il motore di un locomotore piuttosto che un trasformatore da 50.000 KVA o una turbina a gas".

Prima di sbattermi in  galera il Giudice darebbe mandato all' EQUITALIA per sequestrarmi il contenuto del mio cervello; altrimenti che pena sarebbe? Già, il fatto è che, malgrado la sua potenza ed arroganza,  la capacità di mettere in campo ingenti forze, lo Stato non sarebbe capace di "pignorare" il mio cervello. Questa è la mia forza, superiore allo Stato che vorrebbe precludermi la "CONOSCENZA".

Quindi, la mia è una palese sfida alle forze comandate dalle corporazioni - Lobby di Potere  e quant'altro. Certo, ho subito tante ingiustizie da parte di chi comanda; per la sola colpa di non essere nato a casa di un Notaio - Avvocato o semplice Medico. La mia forza è stata di dimostrare che l'uomo è volere / Potere.

  HOME